Nei miei lontani ricordi di quando ho imparato a leggere e scrivere, in prima elementare, ogni tanto affiora questa frase scritta dalla mia maestra alla lavagna.
In particolare, credo sia la prima.
Ed è curioso oggi, come il “fumo che sale”, abbia accompagnato e segnato scandendo diversi momenti della mia vita.

Sin da bambino ho sempre amato il fuoco. Vuoi perché in quanto bambino mi era vietato giocarci, e quindi mi poteva ancor più affascinare, ma credo fosse proprio la “magia del fuoco” che mi attirava. Giocavo con i fiammiferi, accendini, petardi, e soprattutto, con il camino, nella casa in campagna che abitavo nel week end con i miei nonni. Bastava che mio nonno si distraesse ed io prendevo il comando del fuoco.
Mi divertivo ipnotizzato ad osservare e studiare qualunque tipo di materiale, chiaramente non sempre indicato, per osservare i colori e gli odori che cambiavano nella sua combustione. Osservavo come la fiamma modificava le cose, come essa stessa si modificava, nella forma oltre che nel colore. Notavo inoltre la luce che sprigionava, oltre al calore.
Ed ero ben lontano dal collegare il concetto di energia e luce, materia primaria, fondante e vitale di questo sistema solare e dell’intero universo, ai miei piccoli e pericolosi esperimenti.

All’università avevo studiato che le prime pellicole cinematografiche erano costituite da un composto chimico talmente infiammabile che prendevano fuoco da sole solo a contatto con l’aria, ma la cosa più sconvolgente è che immerse in acqua continuavano a bruciare.

Oggi gioco ancora con il fuoco. Osservo con immutata curiosità il camino mentre arde. Sperimento ancora tipologie diverse di materiali e la loro velocità di combustione, oltre alla modifica del loro stato. Godo del calore e della luce come del beneficio di una magia bianca. Utilizzo il dono del fuoco per bruciare, e non per consumare, ma per trasformare. Trasformazione di energia. Come nelle ritualistiche che ho studiato e sperimentato, quali le varie tipologie e culture della fumigazione.
Volgarmente chiamata combustione di incenso, profondamente studiata ed applicata come Aromaterapia.

Un’Energia Magica che trasforma una Materia in Energia.

Categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazioni su questo sito

Questo sito è:
un luogo completamente mio dove posso esprimermi in “ordine sparso”.
Riflessioni e considerazioni. Punti di vista e condivisioni.
Razionale ed irrazionale, abbinati in maniera libera e rigorosamente disordinata.

Archivio articoli per mese
Commenti recenti
Classifica Articoli e Pagine
Ma quale titolo…
Era proprio un pessima giornata